Blog

Certified Mental Coach e PNL

PNL

Che cosa è la PNL?

La PNL – Programmazione Neurolinguistica, è nata negli anni ’70 ad opera di due ricercatori: Richard Bandler, matematico, e John Grinder, linguista. Essi modellarono i comportamenti di terapeuti e comunicatori di eccezionale efficacia. In tal modo individuarono una serie di schemi fondamentali, verbali e non verbali, condivisi da tutti i grandi comunicatori, che facilitano grandemente il rapporto interpersonale e la comunicazione produttiva.

Vuoi diventare
Mental Coach Certificato?

Negli ultimi quarant’anni di ricerche la PNL ha sviluppato strumenti e strategie di straordinaria efficacia, sfruttando appieno l’innata capacità del nostro cervello ad apprendere in modo istantaneo ciò che si sperimenta utile e vantaggioso.

Considerata la natura “veloce” e di “risultati” di tutte le discipline sportive, l’intervento dell’Executive Coach non può non prevedere l’uso sistematico della programmazione neuro-linguistica.

La PNL, attraverso strumenti tipici come:

  • obiettivi ben formati,
  • livelli logici,
  • cambio delle convinzioni,
  • ancorare stati risorse produttivi,
  • creazioni delle convinzioni,
  • ecologia dell’obiettivo,
  • Time-line,
  • Future Pacing,
  • Neuro Hypnotic Repatterning,
  • Meta Programmi,
  • modellamento esterno ed interno,
  • Design Human Engineering

è un must da usare con tutti gli atleti che vogliono velocemente progredire nell’aspetto mentale della loro performance sportiva.

E’ proprio in questo ambito che un mental coach interviene, allenando l’atleta a gestire le sue emozioni e a usarle in modo performante come uno strumento in più che gli permette di raggiungere le sue massime potenzialità.

2 Comments to "Certified Mental Coach e PNL"

  1. Maria
    17 settembre 2014 at 15:49

    Per quanto utile penso che un mental coach non debba limitarsi solo a tecniche di PNL. Spesso chi si rifà a questa scienza ragiona troppo per grandi schemi, tralasciando magari le differenze culturali e il background della persona.

  2. Patrizia
    17 settembre 2014 at 15:40

    Mi fa piacere vedere che anche nel mental coaching si dia spazio alla pnl. Penso che applicata al coaching possa dare grandissimi risultati, perché entrambe le discipline vanno a lavorare su parti di noi che non siamo consapevoli di poter capire e migliorare, quindi pensate se combinate assieme che risultati potremmo trarne!

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *