Blog

L’allenamento mentale sportivo

Allenamento mentale sportivo - Romolo Gervasoni

Le conoscenze relative all’aspetto delle capacità mentali rivestono un ruolo sempre più importante per gli allenatori.

Credo che in Italia l’aspetto mentale sia spesso quello più trascurato in ambito sportivo. L’allenamento delle capacità mentali o psicologiche è una pratica continua e sistematica che ha lo scopo di:

  • migliorare le prestazioni
  • aumentare il divertimento
  • accrescere l’autogratificazione dell’atleta

Allenatori ed atleti diranno sempre che le capacità mentali sono essenziali o comunque molto importanti per il raggiungimento del successo.

Ma facciamo una verifica.

Sei un allenatore? Sei un atleta? Sei il direttore tecnico in una società sportiva? Prova a chiederti:

  • Durante la stagione, quanto tempo dedico all’allenamento fisico per la gara? Tempo medio giornaliero _____________
  • Quanto sono importanti le capacità mentali e psicologiche per la prestazione sportiva? 1= non importanti / 10 = essenziali
  • Durante la stagione, quanto tempo dedico all’allenamento mentale per la gara? Tempo medio giornaliero _____________

È quasi certo che il tempo dedicato ad allenare le capacità mentali risulterà essere pochissimo se non addirittura assente… e questo nonostante ne venga riconosciuta l’importanza!

Abilità mentali nello sport - Romolo Gervasoni Sport Coach

PERCHE’ LE ABILITA’ MENTALI VENGONO TRASCURATE?

Le abilità mentali nello sport vengono spesso trascurate perchè:

  • gli allenatori spesso si sentono poco preparati sul mental coaching
  • incomprensione (es. credere che le abilità mentali non possano essere apprese)
  • mancanza di tempo (c’è sempre qualcosa di più importante da fare, ma in caso di insuccesso le cause sono quasi sempre da ricercarsi nella preparazione mentale!)

 

CHI DOVREBBE CONDURRE UN PROGRAMMA DI ALLENAMENTO MENTALE?

Il mental coach è la persona con la preparazione specifica per pianificare e creare un programma di mental coaching da condividere nei suoi risvolti teorici e pratici con le altre persone della propria organizzazione: allenatori, dirigenti, giocatori e collaboratori.

Attraverso un piano condiviso di mental coaching le persone che lavorano assieme danno vita ad un linguaggio comune e soprattutto vengono messi nelle condizioni di darsi reciprocamente feedback e aiuto in modo molto razionale, non emotivo: gli effetti saranno evidenti sul comportamento dei singoli e della squadra e sulla prestazione nel raggiungere gli obiettivi prefissati.

 

IL MIO CONSIGLIO…

Come allenatore sportivo e mental coach consiglio di introdurre l’allenamento mentale con un approccio educativo in modo che gli atleti recepiscano le tecniche di mental coaching come parte integrante dell’allenamento sportivo.

 

Tu utilizzi già tecniche di mental coaching con i tuoi atleti?
E da atleta cosa ne pensi?

Se vuoi saperne di più su di me contattami: Romolo Gervasoni Sport Coach

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *