Blog

Volontà e determinazione per migliorare se stessi

coaching

Un atleta che ha ottenuto la specializzazione di sport coach è esperto degli strumenti di crescita personale.

Spesso si legge di crescita personale come di processi che possono in modo quasi miracoloso creare dei cambiamenti importanti e duraturi. I mental coach che si occupano della crescita personale sanno che il cambiamento non è facile e tanto meno miracoloso.

Lo sport è la metafora ideale della crescita personale e i certified mental coach conoscono tutti gli strumenti per superare i limiti e rendere gli atleti determinati e motivati. Il lavoro del coach è ancora più importante quando è in grado di agire su queste variabili mentali dell’atleta. Un ottimo coach deve saper liberare la forza interiore dell’atleta che in quel momento è prigioniera dei limiti creati dalla mente dell’atleta.

Vuoi diventare
Mental Coach Certificato?

Spesso si sente dire che è impossibile cambiare, in realtà qualsiasi cambiamento è possibile ma può essere molto difficile. Bisogna credere che il cambiamento sia possibile. William James ad Harward disse: “Ciò che si crede crea i fatti reali”. In altri termini: noi non crediamo necessariamente a ciò che vediamo, quanto piuttosto vediamo ciò che crediamo. Questo è uno dei principi su cui si fonda il mondo della crescita personale. La legge delle aspettative dice che qualsiasi cosa ci si aspetti, con fiducia, diventa la profezia auto realizzante. In altre parole, quello che si ottiene non è necessariamente ciò che si vuole, ma piuttosto ciò che ci si aspetta. Le persone di successo hanno un atteggiamento caratterizzato da auto-aspettative fiduciose e positive. Si aspettano successo, ammirazione e felicità; e raramente vengono delusi. Gli uomini e le donne di non successo hanno un atteggiamento caratterizzato da aspettative negative e pessimismo che fa si che le situazioni vadano proprio come si aspettano. Citando “le tre leggi della padronanza mentale”.

2 Comments to "Volontà e determinazione per migliorare se stessi"

  1. mauro
    26 settembre 2014 at 15:14

    Quindi possiamo dire che il mental coaching lavora sulle motivazioni intrinsiche dell’individuo? nel senso avere aspettative positive deve presupporre che io sia motivato verso un obiettivo perché voglio riuscire in questo per gratificazione personale?

  2. jacopo
    19 settembre 2014 at 17:24

    un mio amico una volta mi raccontò che una donna per strada gli aveva letto la mano e gli aveva predetto una sciagura imminente. Fatto sta che il giorno dopo il mio amico ha avuto un incidente, per fortuna ne rimase illeso.
    Quello che voglio dire è che spesso ci lasciamo influenzare dalle cose che abbiamo in testa. Negativamente e positivamente. Avere qualcuno che ti dia un po’ di influenza positiva può solo far bene.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *